Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

In volo

Sarà Macugnaga Monte Rosa ad ospitare la seconda boa della prima edizione della “Salewa Ironfly”, gara di Hike & Fly ovvero un percorso in parapendio indicativo con boe obbligatorie che gli atleti potranno percorrere solo in volo o a piedi. Il primo pilota che conclude il percorso vincerà la competizione.

Volando oppure a piediÈ la prima edizione di questa gara di Hike & Fly, ovvero di resistenza a piedi in montagna e volo in parapendio, organizzata dal Parapendio Club Scurbatt di Suello, in programma dal 12 al 19 maggio.

Una competizione lunga 458 chilometri, con partenza dal lungolago di Lecco e arrivo a Suello, seguendo un percorso indicativo, da concludere nel tempo massimo di una settimana. Quattro le boe obbligatorie: Monte Cornizzolo, dove tutto inizia e finisce. Macugnaga Monte Rosa, sicuramente il punto più spettacolare del percorso e boa più a ovest dell’intero percorso. Bormio, stazione alpina dell’alta Valtellina e punto più a est del tracciato. Passo della Presolana, con l’attraversamento di un pizzo famoso nel mondo per i ricchi giacimenti minerari e fossili. Per finire con l’agognato atterraggio di Suello!

Salewa Ironfly” è una sfida tra cielo e terra, con la meravigliosa cornice delle Alpi e Prealpi lombarde e piemontesi, che premia capacità tecniche, caparbietà e resistenza.

A contendersi la vittoria, che andrà a chi completa il tracciato nel minor tempo, atleti italiani ed internazionali: Aaron Durogati, vincitore della Red Bull Dolomitenmann e della World Paragliding Cup 2016. Christian Maurer, vincitore per cinque volte della Red Bull X-Alps. Nicola Donini, vicecampione del Mondo classe 1996. Il “macugnaghese” Filippo Gallizia che assieme a Fabio Zappa, Roberto Alberti, Dario Frigerio, Giovanni Gallizia e Roberto Marchetti difenderanno i colori del Club Scurbatt, organizzatore della manifestazione.

Il direttore di gara sarà Leone Antonio Pascale, che vanta una partecipazione alla Red Bull X-Alps.

Ogni atleta avrà una squadra di supporto. Al team il compito non solo di seguire l’atleta più da vicino possibile per provvedere a eventuali esigenze di cali d’energia, ma anche il suggerimento sul percorso migliore, la linea di volo più efficiente e la valutazione meteo.

Christian Maurer vincitore per cinque volte della Red Bull X Alps
Sopra: Christian Maurer, vincitore per cinque volte della Red Bull X-Alps

In una gara così variegata ed impegnativa un ruolo fondamentale è dato dalla fortuna. La competizione di Hike&Fly è strettamente connessa alla natura. Si deve tenere conto delle condizioni del percorso: quanto è bagnato, se c’è o meno neve, la presenza di fiumi che tagliano la strada insieme con le condizioni atmosferiche: l’impossibilità di volare con la pioggia, i temporali che rendono pericolosissimo essere in aria, un forte vento contro o un vento che rende impossibile il volo. La fortuna di avere una settimana di cieli sereni e vento favorevole è fondamentale.

Cartina geo

La presidente del club organizzatore, Martina Troni, dice: «Da sabato prossimo, anche se non siete atleti e non vi interessa volare magari vi capiterà d’incontrare un ragazzo che corre lungo la strada con un grosso zaino in spalla. Se succede accompagnatelo per un pezzettino, fategli compagnia, incoraggiatelo e offritegli un po’ d’acqua: avrete contribuito anche voi al successo della squadra! I concorrenti hanno tutti capacità atletiche di prim’ordine. Sono piloti di livello molto elevato e possiedono un’alta capacità di tenuta mentale e psicologica, perché al termine di lunghe salite a piedi per raggiungere un decollo idoneo, è indispensabile poi decollare ed eseguire lunghi voli di distanza che impegnano l’atleta ad un livello mentale e psicologico che non molti posseggono».

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018