Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder 2017_mezzalama is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder 2017_mezzalama is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

La squadra dell’Esercito Italiano composta da Damiano Lenzi, Matteo Eydallin e Michele Boscacci ha vinto la ventunesima edizione del Trofeo Mezzalama in 4h18’50” (ottavo tempo di sempre).

Damiano Lenzi, Matteo Eydallin e Michele Boscacci trionfano al Mezzalama

Al secondo posto l’equipe iberico-svizzera formata da Kilian Jornet Bourgada con Werner Marti e Martin Anthamatten - 4h21’08”

Terzo posto per i bergamaschi Pietro Lanfranchi, William Boffelli con l’austriaco Jacob Hermann – 4h31’23”

{gallery}2017_mezzalama{/gallery}
©foto by Stefano Jeantet Photo

Partenza alle 5.30 da Breuil Cervinia con poco meno di mille atleti al via. Fanfara Val d’Ossola dei bersaglieri a ravvivare l’atmosfera. Fuochi d’artificio. Freddo, ma giornata serena con un po’ di vento in quota.

Partenza lanciata per la squadra composta dagli svizzeri con un Kilian Jornet a tirare in maniera decisa. La squadra 1 dell’Esercito con Lenzi, Eydallin e Boscacci leggermente staccata. Al passaggio sul Naso del Liskamm gli italiani si sono fatti sotto per andare al sorpasso nella lunga discesa e vincere sul traguardo di Gressoney.

Damiano Lenzi ha dichiarato: «Grande fatica. Abbiamo fatto la gara giusta come volevamo. Conoscere bene queste montagne ci ha agevolato». Matteo Eydallin aggiunge: «Ho fatto più fatica oggi che nei tre Mezzalama precedenti messi assieme!». Michele Boscacci è stremato e non parla.

Kilian Journet Bourgada commenta così: «Gara molto buona, bella e combattuta; complicata in quota. Bravo agli italiani». Martin Anthamatten chiude: «Corsa dura, ma molto bella».

Con la vittoria di oggi la squadra dell’Esercito si aggiudica definitivamente il Trofeo.

Matteo Eydallin è il re del Mezzalama con quattro vittorie. Damiano Lenzi ne conta tre e Michele Boscacci arriva a due. Chapeau!

Ma a questa ventunesima edizione del mitico Mezzalama partecipano anche tante altre squadre provenienti dalla nostra provincia. Al Mezzalama si va per partecipare. E’ la sci alpinistica da non mancare.

Ecco le altre squadre della zona presenti al via:

47 –  GSA Alpini Intra 1: Ivan Volpone  - Stefano Toffolet – Imerio Piana che hanno chiuso in 6’48’42”

93 – Ossola: Tazio Ferrari – Andrea Sartori – Federico Sanna arrivati in 6h57’54”

132 – UBIBanca 2: Christian Biffiger – Walter Martinetti – Diego Prot al traguardo in 7h18’53”

191 – Sci Club Valle Anzasca 1: Michele Grossi – Andrea Oberoffer – Daniele Fattalini con 8h22’42”

308 – Duri senza paura: Stefano Balossi – Fabrizio Lorenzi – Fabio Paini.

234 – Team Valstrona: Pietro Traglio – Ivan Beltrami – Paolo Vada.

208 – GSA Alpini Intra 2: Gianluca Summa – Roberto Sgaria – Vittorio Micotti.

148 – Sci Club Valle Anzasca 2: Damiano Pizzi – Silvio Pella – Massimo Giovannone.

273 – Ski Team Andromia: Matteo Calcini – Davide Calcini – Bruno Morgantini.

281 – Ossola-Bognanco: Marco Paderno – Luca Giacoletti – Moreno Rolfi.

Complimenti al nostro Damiano Lenzi che chiude così una memorabile stagione vissuta da dominatore assoluto dello ski alp. Due medaglie d’oro e due d’argento ai Campionati Mondiali. Vittoria al Pierra Menta. Vittoria all’Adamello Ski Raid. Vittoria al Mondolé Ski Alp. Vittoria nella gara di casa Rosa Ski Raid e vittoria al Mezzalama, quello che resta un viaggio a fil di cielo.

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018