Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

Nel pomeriggio del 16 ottobre una folta delegazione dell’Associazione “Canova” di Crevoladossola ha visitato le bellezze architettoniche e rurali del paese soffermando la propria attenzione in maniera particolare su “Colombetti d’archi vestita”.

Associazione Canova a Colombetti

Il presidente Ken Marquardt dice: «L’Associazione Canova è stata fondata nell'anno 2001 e deve il suo nome al piccolo borgo medioevale ove ha sede. Scopo principale dell'Associazione è il recupero e la valorizzazione dell'architettura rurale in pietra. Accanto a questo trovano spazio la promozione di attività artistiche quali ad esempio concerti, mostre ed esposizioni. Arte e architettura si intersecano perfettamente con quelle che sono le idee di fondo dell'Associazione, ovvero la convinzione che l'architettura in pietra è in grado di offrire all'uomo moderno un ambiente abitativo perfettamente adeguato e, in molti casi, persino superiore rispetto alle soluzioni abitative odierne. La visita odierna in Valle Anzasca è stata per noi una piacevole scoperta».
Il gruppo è stato accompagnato nella visita da Marco Sonzogni che ha illustrato in maniera esaustiva e completa la storia di questo minuscolo nucleo abitativo e dall’architetto Paolo Volorio che ne ha descritto e spiegato le diverse tecniche costruttive che si sono succedute nel corso dei secoli, tecniche che hanno impresso una chiara identità a Colombetti, oggi abitata stabilmente da sole sette persone.
Foto di Carlo Pasquali

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018