Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

 

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

Il trasporto delle nuove aste sparaneveMACUGNAGA: Sono iniziate le operazioni di installazione delle nuove e moderne aste sparaneve nel Comprensorio del Belvedere. È Filippo Besozzi, direttore della MTS, la società che gestisce gli impianti di risalita che spiega l’intervento: «Stiamo lavorando alacremente per completare e migliorare l’innevamento programmatico. In totale installeremo quattordici nuove aste, technoalpin uguali a quelle già presenti sulla pista Ruonograbe. Cinque servono a completare la pista “Rifugio – Ruonograbe”, inizialmente predisposta solo nella parte più bassa. Le altre nove serviranno a rinnovare completamente l'impianto della pista “Belvedere” ove erano installate aste di vecchia tecnologia, molto energivore e per nulla efficienti (rispetto agli standard attuali).

L'intero lavoro di montaggio sarà eseguito dal nostro personale. Contiamo di terminare il montaggio e i cablaggi elettrici in questa settimana e fare la messa in servizio all'inizio della prossima, per essere pronti a metà novembre come ci eravamo prefissati».
Le moderne aste sparaneve sono state acquistate dall’Amministrazione comunale di Macugnaga, proprietaria degli impianti.
Rammentiamo che la neve programmata sparata con le aste viene prodotta con un processo che imita quello naturale. L’asta sparaneve pompa e nebulizza l'acqua in ingresso e questa poi, sotto forma di piccolissime goccioline, ghiaccia quasi istantaneamente al contatto con l'aria sottozero (mediamente -5 °C, -6 °C) formando così la neve.