Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder 2017_effimero is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder 2017_effimero is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

Schermata 2017 08 03 alle 14.51.32

A quindici anni dal Lago Effimero, il bacino glaciale del Belvedere rimane il laboratorio geologico più attivo delle Alpi. Resta un ghiacciaio sul quale da due secoli non si spengono i riflettori dell'interesse scientifico e mediatico.

Una serie di frane e sostanziali modifiche alla morfologia delle montagne che lo circondano e dello stesso ghiacciaio lo rendono un “osservato speciale”.

{gallery}2017_effimero{/gallery}
foto © vedi note a piè di pagina*

Gianni Mortara, eminente glaciologo e geologo, profondo conoscitore del ghiacciaio del Belvedere segnala la comparsa di un nuovo lago, ma mette anche in guardia sui persistenti pericoli connessi.

Questo quanto segnalato: «Nei giorni scorsi ho avuto modo di visitare il nuovo lago comparso nel 2016 su un lobo di ghiaccio morto del Ghiacciaio delle Locce, alla base della dorsale Pizzo Bianco-Grober. Questo lago, sicuramente interessante dal punto glaciologico e senza risvolti di rischio glaciale, è altrettanto suggestivo per le spettacolari e alte sponde in ghiaccio che lo delimitano. In piccolo ricorda il celebre Lago del Miage. Per questo motivo il nuovo lago potrebbe diventare un'attrazione turistica, sia pure temporanea perché la fusione e i processi termocarsici che agiscono alla base per la presenza di un battente d'acqua di altezza non noto (ma probabilmente modesto), tenderanno a modificare e demolire questo catino. La raccomandazione è che gli escursionisti NON si affaccino sul lago sostando sui blocchi rocciosi che delimitano il bordo, ma si tengano a ragionevole distanza di sicurezza. Lo scivolamento dei blocchi può essere improvviso e avvenire senza alcun preavviso, soprattutto nelle ore più calde della giornata».

*Grazie alle foto (1-2) di Laki (valledelrosa.it), scattate dalla Capanna Marinelli nell’agosto del 2016, si vede il nuovo lago d’alta quota.
L’immagine (3) di Google Earth (2016) ne rivela la posizione esatta mentre nella foto (4) di A. Tamburini e (5) di S. Perona (luglio 2017) il lago è visto da vicino.

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018