Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

 

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

Associazione MeteoLive V.C.O. O.n.l.u.s. a tutela dell'ambiente. 

Web master Luca Sergio, info@meteolivevco.it

Webcam Belvedere - Maggio

Le ultime recenti nevicate (28 aprile e 1° maggio), l’abbassamento delle temperature e il perdurare del maltempo avevano fatto insorgere qualche sospetto di eccezionalità del clima ma invece di anormale c’era il caldo registrato nella prima quindicina di aprile.

Ricordiamo che Luca Sergio di MeteLive Vco segnalava: «Il caldo anomalo non farà certo bene ai ghiacciai. Il torrente Anza, che si alimenta direttamente dal ghiacciaio Belvedere, lo scorso 9 aprile, nel tratto di Pecetto, mostrava già le acque invase dal limo. La scorsa primavera la colorazione prese inizio il 20 giugno».
Il 13 aprile si erano registrati +19,7° a Pecetto. +13,3° al Belvedere e +10,1° al Passo del Moro, temperature da mese di giugno.
Nei prossimi giorni avremo altre nevicate sulle Alpi Lepontine e Pennine.
Luca Sergio analizza i dati che provengono dalla stazione meteorologica Arpa Piemonte SMA (stazione meteorologica automatica) posizionata presso il rifugio Zamboni: «La tabella raffigura la neve a terra al 1° maggio, dal 2008 al 2017. Sono solo 10 anni, per avere un quadro significativo sulla nivosità della zona ne occorrono altri 20, almeno così dice l’OMM (organizzazione mondiale meteorologica).
Analizzando questi 10 anni abbiamo comunque degli spunti interessanti: nel 2009 c’erano ben 4 metri e 22 centimetri di neve, fatto sicuramente eccezionale per il decennio, probabilmente per tutti gli anni 2000 ma non possiamo sapere quanto lo sia in generale. Chissà quante volte è capitato nei secoli antecedenti?
Al 1° maggio, in media, risultano a terra 199 cm di neve (anno 2017 perfettamente in media). Volendo escludere l’eccezionale 2009, la media sarebbe di 168 cm. Pertanto la climatologia decreta la perfetta normalità degli eventi in corso».