Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

 

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

Associazione MeteoLive V.C.O. O.n.l.u.s. a tutela dell'ambiente. 

Web master Luca Sergio, info@meteolivevco.it

Zamboni

Dopo giorni piovosi, umidi e freddini MeteoLive Vco preannuncia: «Il prossimo fine settimana avremo l’arrivo del caldo africano con punte oltre i 30 gradi. Lo zero termico schizzerà oltre i 4000 metri.

Continua questa anomala ondata di caldo. Siamo passati dai giorni primaverili con abbondanti nevicate a giornate con temperature di tendenza prettamente estiva.
Stiamo registrando un passaggio dall’inverno all’estate senza la stagione intermedia.
La neve fonde velocemente e lo zero termico schizza verso quote elevate. MeteoLive Vco lo segnala fra 3400 e 3600 metri.

Questi dati più significativi rilevati ieri da Arpa Piemonte:

  • Passo del Moro – neve 313cm - massima 8,5°C ma il giorno precedente era già oltre i 10° toccando i 13°
  • Rifugio Zamboni – neve 275cm - massima 9,2°C
  • Macugnaga Pecetto – neve 46cm - massima 18,4
  • Alla Capanna Margherita (4554m) massima registrata – 4,1°C
  • A Bannio ieri sono stati registrati ben 25,2°C

Luca Sergio di MeteoLive Vco segnala: «Il trend, con il caldo anomalo di questi giorni, ha portato sulla parete est del Monte Rosa alcuni crolli di cornice dal Colle Gnifetti. Alle 17.37 si registra un crollo di dimensioni notevoli con la colata valanghiva giù per tutto il canalone Imseng. Questi crolli sono iniziati qualche giorno fa in concomitanza all’arrivo del caldo anomalo per il periodo.
Potrebbe anche riattivarsi nei prossimi giorni la frana di Punta Tre Amici, prestare attenzione nella zona del lago delle Locce».

Foto Iat Macugnaga

Le nevicate di questi ultimi giorni hanno portato al raggiungimento di quantità che non venivano toccate da anni. Al Passo del Moro e al rifugio Zamboni i rilevamenti di Arpa Piemonte sono fuori scala.