Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

×

Errore

[sigplus] Critical error: Image gallery folder DonGaudenzio is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

[sigplus] Critical error: Image gallery folder DonGaudenzio is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

A Campello Monti, paese walser, celebrata l’ultima S. Messa dell’anno

Don Gaudenzio Martini, ad un anno dalla presa di possesso delle Parrocchie di Forno, Massiola, e Sambughetto in val Strona ha voluto ripercorrere i sentieri alpini che ha calpestato il 25 ottobre dello scorso anno meritandosi il titolo di “prete venuto dall’alto”. Partenza alle sette dalla chiesa parrocchiale di Castiglione, paese di origine di don Gaudenzio. Primi passi lungo la storica Strà Granda d’Anzasca poi passaggio accanto all’oratorio della Gurva, e su lungo l’aspra, solitaria e innevata Val Segnara fino a raggiungere la bocchetta dell’Usciolo  (2030 m) e, dopo Campello Monti, la parrocchia di Forno. L’accompagnavano gli amici Teo, Claudio e Marco. Piero ha preparato una bevanda ristoratrice al rifugio Pirozzini all’alpe Lago. Il percorso, otto ore di buon cammino, si sviluppa per circa 25 km con un dislivello positivo di oltre duemila metri ed è emblematico perché unisce le comunità di due vallate e tocca , al lago di Ravinella i confini dei comuni di Calasca Castiglione, Pieve Vergonte e Valle Strona. A Campello Monti, paese walser, Don Gaudenzio ha celebrato la  S. Messa (l’ultima di quest’anno) nella minuscola e raccolta chiesetta invernale. Lauta cena al ristorante Capezzone gestito dall’anzaschino Giovanni Volpone. Ultima cena, è il caso di dirlo, prima della lunga chiusura invernale.
(Foto e testo di Marco Sonzogni)

{gallery}DonGaudenzio{/gallery}

 

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018