Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Cliniche Dental

Donazioni PayPal

Sostieni un giornale libero ed indipendente che vive grazie a volontari, mossi da valori profondi per la cultura alpina. Anticipatamente ti ringraziamo per qualsiasi tipo di donazione.

Amici del Rosa

la valle del rosa

 

Forum Tre di Croppo

Hanno ripreso il viaggio gli instancabili pellegrini di Piedimulera, Domenico Delbarba, 83 anni e Antonio Bovo, 69 anni. Per loro una impegnativa meta: il Cammino di Santiago lungo l’itinerario Primitivo, da Oviedo a Santiago de Compostela, 316 chilometri.

Prima di partire Antonio Bovo ha illustrato questo loro ennesimo percorso di fede: «Ci siamo allenati con cura per affrontare questo che fra i vari Cammini è senza dubbio il più impegnativo. Guardiamo con fiducia verso Santiago, anche se le difficoltà non mancheranno. Il Cammino Primitivo si snoda lungo un tracciato boschivo e montagnoso. È un percorso che conosciamo, caratterizzato da faticosi piccoli dislivelli, continui sali e scendi con l’aggiunta di alcune salite più impegnative. Troveremo poco asfalto, ma un maggiore rischio pioggia».

La storia del Cammino Primitivo racconta che è così chiamato per essere il primo cammino jacobeo. Ha origini nel lontano IX secolo, quando da Oviedo il re asturiano Alfonso II El Casto partì alla volta di un piccolo paese galiziano poco lontano dalla costa, dove pochi anni prima un pastore eremita di nome Pelayo aveva portato alla luce il sepolcro dell’apostolo Giacomo.
Buen Camino peregrinos.

PS: Domenico è già proiettato oltre. Dopo il Cammino Primitivo ha già messo in programma il “Cammino di S. Barbara”, ventiquattro tappe per 420 chilometri in Sardegna nell’Iglesiente.

Grande successo per l’edizione 2018 del Calendario edito da “IL ROSA”

Le splendide immagini del Monte Rosa sono state molto apprezzate ed hanno ottenuto ottimo riscontro fra i lettori ed i frequentatori di Macugnaga e della Valle Anzasca.
Mentre in redazione stiamo già pensando all'edizione 2019vi ricordiamo che ne restano pochissime copie a disposizione di coloro che vorranno tenere il pregevole calendario nella loro personale collezione. Spedizione postale con raccomandata contrassegno euro 20 inviando la richiesta via mail a: redazione@ilrosa.info 
Calendario Il Rosa 2018